5 gennaio 2017

Galaverna



Volute di nebbia,
bianche,
fumose,
leggere,
avvolgono i campi e le case
di un paesaggio che conoscevo.


Sapevo la strada,
lì c’era una casa,
un incrocio poco più avanti,
là una quercia.
Ma ora dove conduce
il cammino
questo sentiero ammantato di fumo?


I contorni son vaghi,
la luce lattigginosa non rende giustizia
ad un mondo reale,
al mio mondo ritaglia pertugi.


A
passi
lenti
rivela
solo
in
parte
la
sua
natura,
questo mondo bianco.
Ma non per questo è vuoto.


La mente galoppa veloce,
costruisce sentieri,
inventa paesaggi,
apre porte che non ci sono,
suscita presenze curiose.


Allungo la mano,
scosto il sipario
ed entro.
Si può diventare troppo vecchi per questo gioco?


S’avanza la sera,
La luce s’affievolisce.
È forse tutto finito?
Ma una magia ancora si prepara,
io lo so e l’aspetto,
domattina.


Cristalli,
arabeschi di ghiaccio,
abbarbicati su questo e quel ramo,
a far da pizzo ad una foglia,
corona ad una bacca.

Galaverna.

Buon weekend e buon 2017!!!

P.S.: questo post doveva uscire prima di Natale
(quando sono state scattate le foto), poi subito dopo ...
Tuttavia l’inverno non è ancora finito e spero che questa magia torni ancora a trovarmi ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...