8 marzo 2016

Non ancora, ma quasi ...



Ruggisce il vento.
Un blu arrabbiato un grigio cupo
si contendono il dominio del cielo.
Scrosci di pioggia.


E poi uno squarcio.
Una lama di luce
e tutto si accende.


L’erba fresca, tenera riluce
di liquidi cristalli.
Il rosso delicato delle gemme
si satura in un porpora vibrante.
Azzurro, giallo, bianco
che poco prima
appena osavano accenni di colore,
esplodono ora,
vivi,
intensi,
brillanti.


Guardinghe,
perché potrebbe essere ancora un po’ presto,
s’avventurano le prime api
tra i fiori.
Una coccinella s'arrampica
sul melograno,
che ancora custodisce gelosamente le sue gemme.


Aria.
Leggera, dapprima,
rapidamente si fa vento
impetuoso,
che gonfia le guance
e soffia,
arpeggiando una melodia arcobaleno
tra i fili di una ragnatela.


Tic

Tic

Tic
Tic
Tic tic
Non s'è placato
il tumulto nel cielo.
Ma così è.


A gran passi s'appressa
Primavera.

Buona settimana
 

8 commenti:

  1. Che foto meravigliose ♡♡♡ Voglio imparare anch'io a farle così: infatti ho deciso di abbandonare le impostazioni standard della reflex e cominciare a modificare i parametri iso, tempo e diaframma! Buona primavera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu!!! :)
      Scatta in manuale, vedrai è molto più divertente! Magari all'inizio sembra un po' complicato, ma poi la soddisfazione è grande (senza contare che effettivamente, con un po' di pratica, in manuale puoi ricercare effetti che in automatico non otterresti mai) ;)

      Elimina
  2. Matrimonio perfetto tra parole e immagini... una vera poesia...
    la seconda foto è da paura, la guarderei per ore... mi ha fatto viaggiare con la mente... grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina!!!
      E' un piccolo omaggio alla primavera in arrivo e mi fa piacere ti siano piaciute sia le parole che le foto :)

      Elimina
  3. grazie Francesca per questo momento di poesia...
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lori!!!
      Ci sono momenti in cui la natura da sola è poesia, io ho solo raccolto ... :)

      Elimina
  4. La domenica mattina mi sono ritagliata un'oretta per me, ho preso la mia Canon e sono andata nelle strade e nei parchi della zona per fotografare i primi assaggi di primavera... è bello cogliere quel senso di risveglio in ogni albero, segni che diventano ogni giorno più concreti, mentre l'aria si addolcisce...
    Mi sento un po' come quella coccinella, in salita sul ramo, pronta alla sua scalata, con la paura di scivolare ma ben determinata ad arrivare in cima... facciamo che prendiamo il suo esempio e la sua volontà, Fra? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domenica mattina e macchina fotografica è un binomio che conosco bene :)
      Sono d'accordo, è bello seguire da vicino questi cambiamenti che nonostante ogni anno si ripetano, hanno sempre qualcosa di nuovo da regalare.
      ...Però, intanto che ci siamo, potremmo anche rubare il colore di quella coccinella, così, per catturare un po' anche della sua vivacità ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...