28 ottobre 2015

Impronte antiche, timbri nuovi



Cosa si può fare
con un sacco di tappi di sughero?


È da più di una settimana
che mi gira per casa
un sacchettone di vecchi tappi di sughero
ormai inutilizzabili per il loro scopo originale.
Ho spulciato il web
alla ricerca di qualche idea interessante,
ma, pur avendone trovate diverse
che prima o poi proverò,
alla fine la prima che ho attuato
è quella che mi era venuta in mente subito,
non appena ho visto i suddetti tappi.
In una parola
timbri!!!


Sono fissata?
Probabile ;)
(qui, qui e qui altri post sull'argomento)
È che i timbri fatti in casa mi piacciono da matti
e inoltre avevo una mezza idea
di preparare un timbro da regalare ad ogni bimbo della mia classe.


Ma prima dovevo assicurarmi che l'idea fosse fattibile!
Così, armata di oggetti taglienti vari,
mi son messa all'opera …
e dopo circa mezz'ora di lavoro inconcludente
stavo per capitolare:
il sughero non è gomma
e nonostante l'avessi prima fatto bollire per una decina di minuti
per ammorbidirlo un po',
non voleva saperne di lasciarsi incidere in modo soddisfacente :(


Doveva esserci un motivo per cui
associando timbri e sughero nelle ricerche
gli unici risultati erano tappi usati così come sono
per ottenere impronte rotonde
oppure solo come 'supporto' per timbri!
Dunque stavo per mollare,
quand'ecco l'illuminazione ;)
Sughero = legno = pirografo!!!
Così,
vi va di provare a riciclare qualche tappo di sughero
in un allegro timbro?

Occorrente:
tappi di sughero,
coltellino tagliente o cutter,
pirografo,
matita.


Per prima cosa ammorbidire un po' i tappi facendoli bollire per una decina di minuti:
in questo modo non si sbricioleranno (quasi) quando si procederà a tagliarli.
Aspettare che i tappi si asciughino un po' e disegnare (1) ciò che si vuole incidere
(nel mio caso un cuore).
Con un coltellino o un cutter tagliar via le parti esterne
per dare una prima, grossolana forma al timbro (2).
E poi viene il divertimento: armarsi di pirografo (3),
ritoccare tutte le linee esterne fino a che non siano soddisfacenti
e aggiungere internamente tutti i particolari che servono!
Finito!


Ora il timbro è pronto per essere usato:
che ne dite delle mie prove
o della goccia-puntaspilli?
La cosa bella di questi timbri
è che hanno già in partenza un'aria 'vecchia',
'shabby'
a causa della superficie disomogenea del tappo
(che era ciò che volevo sfruttare)!


Ora non mi resta che intagliarne un altro po'
e portarli a scuola ;)

Buona settimana
  

21 ottobre 2015

Scricchiolii di foglie secche



Se qui avevo dedicato un post,
con ricetta annessa,
all'autunno,
questa volta vi mostro
la ghirlanda che ho preparato quest'anno
per questa stagione
e che da poco meno di una settimana
accoglie chi passa da queste parti ;)


(se state pensando che sono in ritardo,
è perché lo sono sempre!!!)

In questo periodo
mi ritrovo spesso a raccogliere
foglie di mille forme e colori,
un po' perché mi è sempre piaciuto farlo
e le sfumature che sa pennellare autunno
continuano a stupirmi,
un po' perché ogni anno finisco
con l'inventarmi qualcosa da fare
con i bimbi:
quest'anno, per esempio,
abbiamo fatto un cartellone - erbario
cercando di stabilire differenze tra tipi di foglie
utilizzando i cinque sensi.


Tutto ciò
per dire che il risultato finale
è sempre e comunque lo stesso:
ho la casa piena di foglie secche :)
È chiaro dunque
che si debba usarle in qualche modo!


Dal web ho già pescato alcune idee interessanti,
libroni e dizionari hanno la pancia piena
e ogni tanto qua e là spuntano gambi e piccioli
troppo lunghi per restare nascosti tra le pagine.
E poi naturalmente una ghirlanda ;)
Anche l'anno scorso avevo usato elementi naturali
per farla,
ma devo dire che il risultato non mi aveva soddisfatto per nulla.


Ho voluto riprovare
e credo che il risultato sia migliore
… ma comunque lontano dalle aspettative :(
(prima o poi riuscirò a scoprire cosa sbaglio ;) )


Nel tentativo di far durare più a lungo
i colori autunnali
ho immerso ogni foglia nella paraffina.
Devo dire che l'effetto iniziale è molto bello
e che i colori stanno resistendo abbastanza
(almeno per ora),
anche se dopo la prima notte fuori si sono un po' sbiaditi :(
Per il resto
un fiocco, alcune zucche di stoffa
(qui il tutorial per farle)
e spago e colla a caldo per fissare il tutto!


Che ne dite?
Qualche suggerimento per migliorarla? 
Ne avrei bisogno!!! ;)

Buona settimana
 

14 ottobre 2015

Aprendo cassetti profumati ...



Allora,
io ci ho provato.
No, davvero!


Però sembrava proprio che quest’ultima settimana
impegni lavorativi e condizioni atmosferiche
si fossero messi d’accordo
per fare in modo
che non riuscissi a trovare
un momento giusto per fotografare.


Sono a scuola:
tempo magnifico,
sole splendente,
luce perfetta.
Ma sono a scuola.

Mattina a casa:
cielo grigio,
cupo,
piove a dirotto.
E non c’è niente da fare,
le foto sono scure
(un’altra volta vi racconterò delle mie mani poco ferme
e del mio conseguente bisogno di luce!!!).


E un po’ mi dispiace,
perché volevo fare delle belle foto chiare,
allegre …
Niente,
diciamo che sono in tema con questa ennesima giornata di pioggia ;)

Questa estate i miei cespugli di lavanda
hanno lavorato tantissimo
e abbiamo fatto un raccolto veramente eccezionale.


Tuttavia quest’estate
è stata veramente troppo calda
per pensare a cosa farne,
così semplicemente l’ho fatta seccare
e poi l’ho messa via
in attesa di tempi migliori ;)
Ed ecco cosa ne ho fatto finalmente:
profumatori
costituiti da cuscinetti imbottiti di lavanda estraibili
e da contenitori di forma quadrata
che dietro si aprono
(quindi sono rinnovabili nel momento in cui
il cuscinetto originale ha perso il suo profumo)
e davanti sono decorati.


Ne ho fatte due versioni,
una più rustica con un cuoricino di stoffa a fiori
e una un po’ più romantica,
con una rosellina ecru ricamata a punto croce.


Che dite,
vi piacciono?
Vi assicuro che nonostante le foto tremende
sono graziosi (giudizio di parte ;) )
e soprattutto superprofumati!!!

Buona settimana

7 ottobre 2015

Una voluminosa busta gialla



Lunedì.

Il primo giorno della settimana
difficilmente viene accolto bene.


È che quando uno si sveglia
e sa che davanti a sé ha un’intera settimana
di bambini che richiedono millemila attenzioni,
dalla semplice lezione alle ancor più semplici,
eppur sconosciute ai più,
regole di convivenza civile,
di riunioni varie
e amenità annesse e connesse,
ecco
il lunedì non risulta proprio il giorno preferito della settimana.


E questa settimana non ha fatto eccezione.

Però
anche di lunedì possono succedere
cose interessanti.
Possono succedere perfino
cose belle ;)
Così questo lunedì
torno da scuola tardi,
dopo un pomeriggio piuttosto estenuante.
Stanca entro in cucina.
E lì, sul tavolo,
silenziosa aspetta
una voluminosa busta gialla.


Se pensate che l’arte della pazienza sia il mio forte
(magari fortificata dall’aver a che fare quotidianamente con i bambini)
vi sbagliate di grosso!
In meno di due secondi ho aperto il pacchetto
e mi sono scivolati in mano alcuni cartocci.
Aprirli ha rivelato magnifici colori
e forme.


Bottoni e perline d’argilla,
lavorati dalle sapienti mani di Cristina.
Non so se queste foto
rendono le incredibili sfumature,
la liquidità del colore di questi bottoni,
i particolari che li caratterizzano e rendono unici!
 
E poi
avete notato il riccio e l’uccellino?


Perché,
come nelle migliori storie,
è tutta colpa del riccio!
È tutta colpa di un post che racchiudeva una perlina riccio,
di qualcuno che,
come un bambino davanti ad un banco di caramelle,
non ha saputo resistere ed affascinato ha espresso un desiderio
(sì, parlo della sottoscritta ;)  )
e di una ragazza che fa magie
e che decide di racchiuderle dentro ad una voluminosa busta gialla :)

Vi invito
a fare un salto nel suo blog,


Resterete incantati,
come lo sono rimasta io,
davanti a tazze degne di Poe,
piastrelle-edera che si abbarbicano su per un camino,
bottoni rubati a prati di primavera,
perline dal sapore di bosco d’inverno.

Grazie Cristina,
la magia è arrivata,
ha risollevato un lunedì (e non solo)
e mi ha portato tante idee
(perché bisogna trovare la giusta destinazione per queste meraviglie!) :)

Buona settimana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...