27 aprile 2015

Pensieri in fiore



Tra poco sarà la festa della mamma.
Che ne dite di un piccolo pensiero fatto a mano
per festeggiarla,
magari realizzato insieme ai bambini?


L’anno scorso, mentre cercavo di farmi venire un’idea
da far fare ai miei bimbi a scuola,
mi sono imbattuta in questa scatolina-fiore
e subito il cervello si è messo in moto per rielaborarla
in modo da avere alla fine un vero e proprio fiore di carta
che ogni bimbo potesse donare alla propria mamma.
Vi spiego come ho fatto :)


Occorrente:
carta bianca o colorata,
modello del fiore da stampare (lo trovate qui),
cannucce,
nastro biadesivo,
forbici,
matita, biro, colori,
scotch decorato (tipo washi tape, ma non è necessario).


Per prima cosa stampare e ritagliare il fiore, la foglia e anche un esagono
delle stesse dimensioni di quello all’interno del fiore (1).
Con l’aiuto di un righello o di un cartoncino, piegare verso l’interno due petali alla volta
(evidenziando in pratica i lati dell’esagono; 2-3-4).
Piegare a metà ogni petalo, facendo attenzione a piegare
il meno possibile la parte centrale (5-6).


Piegando un po’ al centro del fiore, praticare un piccolo taglietto (7).
Prendere la cannuccia e aprire a metà la parte alta,
facendo un taglio lungo circa 1 cm (8).
Inserire la cannuccia così tagliata nel taglietto del fiore
e fissarla sul retro con un pezzetto di scotch decorato
o di biadesivo sul quale poi si può attaccare un ritaglio di carta colorata per coprire
la cannuccia (9-10).
Fermare la cannuccia anche sul davanti con un pezzo di biadesivo (11)
sul quale poi fissare l’esagono realizzato all’inizio
(su cui, prima, si può scrivere una frase, una breve poesia,
fare un disegno o ancora incollare una foto:
il regalo per la mamma!) (12-13).


Praticare un foro sulla foglia e inserirla sulla cannuccia,
fissandola con un pezzetto di scotch (14-15).
Afferrare i petali per la piega centrale,
chiuderli e schiacciarli verso un lato (16-17-18):
ecco fatto, il fiore su cannuccia è pronto!


Da chiuso sembra una colorata girandola,
tirando delicatamente i petali, poi,
si apre e rivela il suo contenuto:
una frase/poesia per la propria mamma
o anche una foto tagliata in modo da avere le dimensioni dell’esagono centrale.
Il fiore si può stampare su carta colorata e averlo così già pronto,
oppure su carta bianca e poi decorarlo
(quello che avevo fatto fare ai miei bimbi,
in modo che il regalo fosse personalizzato
al 100% ;) ).


Ok, ora scappo,
che se anche non sembra,
si sente già il clima di fine anno
… e, poiché non è sempre vero che l’esperienza insegna,
vi lascio immaginare come sia lo stato del mio registro!!!

Buona settimana!

P.S.: all’interno del pdf ho inserito sia la sagoma di una foglia con le venature,
che una senza, così da poter scegliere.

P.P.S.: chi volesse realizzare il fiore con il modello originale,
lo può trovare qui.

20 aprile 2015

Prospettive



Guardare il mondo da una prospettiva differente.
Provare, aver coraggio.
Seguire i propri tempi, senza fretta.
Come un gatto che si pulisce una zampa.


Abbarbicato su un posto alto,
solo per sottolineare che può,
che ne è capace,
attento alla vita che si dipana attorno,
si prende un momento per sé,
l'essere più importante,
per poi farsi riaccattivare dal mondo l'attimo dopo.
Curioso, mi fissa negli occhi,
alla stessa altezza,
lui che agile può,
io che consapevolmente decido di livellare la disparità.
Ma in fondo c'è sempre un posto
che con un balzo potrà raggiungere,
un posto troppo in alto per me.


Come il seme di un tarassaco,
solitario e temerario ad un tempo,
scovato un angolino di terra
lo fa proprio,
si abbevera alla leggera pioggia primaverile
e si lascia schiudere,
crescere,
fiorire.


Non importa che sia sull'alto ramo di un fico.
Quella è la sua terra, la sua casa.
Chi oserà andare ad espropriarlo?
Non io.
Io, dal basso,
mi limito ad ammirare.
Forse un gatto?
Ma no.
Essi sanno perfettamente come convivere,
uno su un ramo, l'altro su un altro,
in alto,
dove entrambi si sono arrampicati.


Tra poco meno di un mese,
a Reggio Emilia,
ripartirà Fotografia europea (ne avevo parlato l'anno scorso in questo post).
Quest'anno,
all'interno del circuito off,
parteciperò anch'io.
Giorni di archivi fotografici buttati per aria,
di ore trascorse davanti allo schermo di un computer,
di decisioni da prendere.
Per fortuna posso sempre staccare,
anche solo per cinque minuti,
per mettermi dietro all'obiettivo di una macchina fotografica ;)

Buona settimana

13 aprile 2015

Tra starnuti, macchine fotografiche e panini dolci



La primavera è arrivata,
ne ho le prove!
Sono alcuni giorni che non faccio altro che starnutire, tossire,
soffiarmi il naso
e spiegare a chi mi vede che
no, non sto piangendo,
ho solo un brutto attacco allergico ;)

Fioritura della prugna zucchella

Ma nonostante questo
faccio fatica a resistere alla tentazione
di uscire e scattare qualche foto.
La natura si sta risvegliando ed è meravigliosa!
Ora, ammetto che il mio archivio fotografico
in questo periodo dell'anno si fa un po' monotono
(e anche, ormai, piuttosto ingombrante),
perciò vi risparmierò
le millemila foto di fiori, germogli, boccioli,
gemme, api e insetti vari,


limitandomi semplicemente
alle tre di questo post
che almeno hanno la particolarità di non avere,
come sfondo,
il cielo azzurro
 (sempre bellissimo)
che ormai è diventata la costante
di buona parte delle mie foto primaverili.

Amarena in fiore

Mi dispiace non aver postato la settimana scorsa,
ma diciamo che mi sono presa una pausa 'necessaria':
è ormai un paio d'anni che,
vicino alle vacanze di Pasqua,
finisco per ammalarmi
e anche stavolta non ha fatto eccezione
e facevo fatica anche solo a star davanti allo schermo del computer
(non chiedetemi perché,
sono pazza, lo so!)


Comunque,
per farmi perdonare,
vi lascio con le foto del dolce che ho preparato ieri:
panini dolci all'uvetta,
che, anche se non son venuti proprio come dovevano
(cucinare col lievito naturale è sempre un'incognita),
erano buonissimi!
E poi volete mettere la soddisfazione
di tirar fuori dal forno
una teglia piena di soffici montagnole profumatissime?


Ora devo solo perfezionare la ricetta
(e diminuire le dosi di uvetta)
e ho come l'impressione che non mi mancheranno gli assaggiatori …

Buona settimana!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...