8 dicembre 2015

Bianco ... aspettando bianco



Vi piace riciclare?
È appena arrivata una spedizioni di libri
da Amazon e vi dispiace buttare il cartoncino
che la conteneva perché,
a parte le varie scritte,
è di uno spessore interessante?


Ma soprattutto
sono anni che vorreste avere un piccolo villaggio invernale
da mettere su un mobiletto o un davanzale,
ma ogni volta per i più disparati motivi rimandate?
Se sì,
non buttate il cartoncino ;)


Occorrente:
cartoncino,
sagoma casetta (scaricabile qui) e casa alta (scaricabile qui),
matita e gomma,
righello,
cutter,
carta trasparente (come quella per ricoprire i libri),
colla,
colore acrilico bianco.

Il bello di questo progetto è che ci si può sbizzarrire
e, in base allo spazio a disposizione,
realizzare le casette delle forme e dimensioni desiderate.
Per prima cosa, dunque, prendere un cartoncino di recupero
e disegnare la sagoma della casa nella dimensione desiderata.


In alternativa, scaricare i due modelli della casetta e della casa alta (che potete trovare
rispettivamente qui e qui), che corrispondono a quelle che
vedete nelle mie foto (sono dei parallelepipedi con base 7x7 cm ca.)
e stamparle su cartoncino sottile
(o su foglio normale e poi incollarle su cartoncino).


Ritagliare gli spazi delle finestrelle (in grigio chiaro nei modelli) e della porta (foto 1).
Se si vuole lasciar filtrare la luce dalla porta semiaperta,
ritagliare anche due lati della porta stessa (foto 2 e 3).
[il quadratino che si trova alla base della facciata posteriore
serve per far passare il filo delle lucine,
quindi se si usano dei lumini a pile
(tipo questi dell'Ikea)
si può anche non tagliarlo]
Una volta eliminate tutte le parti piccole,
tagliare il perimetro della casa (foto 4 e 5).


Coprire ogni finestra con un pezzetto di carta trasparente,
o con dello scotch per velare un po' l'interno.
Con un oggetto sottile (ad esempio il dorso delle forbici)
incidere le linee divisorie delle facciate
e delle linguette del tetto e posteriore (foto 6)
per facilitare le piegature. Piegare lungo ogni linea (foto 7),
mettere la colla sulla linguetta posteriore e chiudere la casa,
tenendo premuto per un po' (foto 8, si possono usare anche
un paio di mollette).


Ritagliare dal cartoncino rimasto un rettangolo
usando la casa per la misura della larghezza (foto 9; la lunghezza dipende
da quanto spiovente si vuol fare il tetto),
piegarlo a metà (foto 10) e incollarlo
sulle linguette in cima alla casa: finito!


Ora la casetta è pronta per essere dipinta di bianco
(io ho usato dell'acrilico spray)
e sistemata insieme alle altre
 nello spazio prescelto.
Un po' di lucine e qualche stella pendente
e il gioco è fatto :)
Un angolino di casa pronto pronto
per la neve ;)


Ho aggiunto un po' di rametti e del nastro dorato
per abbellire il davanti (e nascondere un po' meglio
il mobiletto) e un ramo laterale
su cui ho distribuito le luci
che mi avanzavano dopo averle disposte
all'interno delle casette.
Devo dire che l'effetto,
specialmente di sera, mi piace molto!

Buona settimana

P.S.: se volete realizzare un vero portalumini a forma di casetta,
qui trovate un bellissimo tutorial di Giulia di Briciole e puntini
(non vedo l'ora che arrivino le vacanze di Natale
per provare a farmene uno anch'io ;) ).

4 commenti:

  1. Ohhh che incanto! Troppo belli! E complimenti per la pazienza di tagliare tutto ^^ I villaggi invernali con le lucine dentro hanno sempre una magia speciale.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'avevo detto che avevo voglia di un villaggio bianco ;)
      ... E appena arrivano le vacanze mi sa che ci sarà un'aggiunta da quelle parti, perchè devo assolutamente provare a fare il tuo portalumini!
      Un bacio

      Elimina
  2. Così fai palpitare il mio cuore, sai? Perchè le casine illuminate mi riportano al presepe dei nonni, quello antico, napoletano, che adoravo e che facevo insieme a mia madre costruendo il villaggio sopra ai libri, rivestiti con la carta... mi piaceva infilare le lucine dentro la porta o le finestre, osservavo incantata l'intermittenza di notte e mi dava sicurezza... quella fiammella che scalda il nido e che guida... ecco, ci ho ripensato vedendo le tue foto e oggi ti sento ancora un po' più vicina! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che le casette illuminate nei presepi siano qualcosa che ha incantato, e continua ad incantare, tutti i bambini! Ed è sempre stata la mia parte preferita: quand'ero piccola osservare mia madre che faceva la magia e poi, pian piano, sostituirmi a lei ;)
      Bello condividere ricordi simili :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...