28 ottobre 2015

Impronte antiche, timbri nuovi



Cosa si può fare
con un sacco di tappi di sughero?


È da più di una settimana
che mi gira per casa
un sacchettone di vecchi tappi di sughero
ormai inutilizzabili per il loro scopo originale.
Ho spulciato il web
alla ricerca di qualche idea interessante,
ma, pur avendone trovate diverse
che prima o poi proverò,
alla fine la prima che ho attuato
è quella che mi era venuta in mente subito,
non appena ho visto i suddetti tappi.
In una parola
timbri!!!


Sono fissata?
Probabile ;)
(qui, qui e qui altri post sull'argomento)
È che i timbri fatti in casa mi piacciono da matti
e inoltre avevo una mezza idea
di preparare un timbro da regalare ad ogni bimbo della mia classe.


Ma prima dovevo assicurarmi che l'idea fosse fattibile!
Così, armata di oggetti taglienti vari,
mi son messa all'opera …
e dopo circa mezz'ora di lavoro inconcludente
stavo per capitolare:
il sughero non è gomma
e nonostante l'avessi prima fatto bollire per una decina di minuti
per ammorbidirlo un po',
non voleva saperne di lasciarsi incidere in modo soddisfacente :(


Doveva esserci un motivo per cui
associando timbri e sughero nelle ricerche
gli unici risultati erano tappi usati così come sono
per ottenere impronte rotonde
oppure solo come 'supporto' per timbri!
Dunque stavo per mollare,
quand'ecco l'illuminazione ;)
Sughero = legno = pirografo!!!
Così,
vi va di provare a riciclare qualche tappo di sughero
in un allegro timbro?

Occorrente:
tappi di sughero,
coltellino tagliente o cutter,
pirografo,
matita.


Per prima cosa ammorbidire un po' i tappi facendoli bollire per una decina di minuti:
in questo modo non si sbricioleranno (quasi) quando si procederà a tagliarli.
Aspettare che i tappi si asciughino un po' e disegnare (1) ciò che si vuole incidere
(nel mio caso un cuore).
Con un coltellino o un cutter tagliar via le parti esterne
per dare una prima, grossolana forma al timbro (2).
E poi viene il divertimento: armarsi di pirografo (3),
ritoccare tutte le linee esterne fino a che non siano soddisfacenti
e aggiungere internamente tutti i particolari che servono!
Finito!


Ora il timbro è pronto per essere usato:
che ne dite delle mie prove
o della goccia-puntaspilli?
La cosa bella di questi timbri
è che hanno già in partenza un'aria 'vecchia',
'shabby'
a causa della superficie disomogenea del tappo
(che era ciò che volevo sfruttare)!


Ora non mi resta che intagliarne un altro po'
e portarli a scuola ;)

Buona settimana
  

15 commenti:

  1. Ma quanto mi piacciono!!! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  2. Sono veramente belli! E l'idea di ritoccare le linee esterne con il pirografo è geniale, ci proverò anch'io (perché ho provato senza e si rompevano sempre i contorni...). Grazie per la dritta, ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio il mio problema all'inizio (infatti non so se si vede, ma uno dei due timbri stella è molto asimmetrico perchè cercando di ritoccarlo col cutter mi si son rotte due punte, poi l'ho aggiustato col pirografo, ma ormai il danno era fatto)!
      Aspetto di vedere gli esperimenti allora ;)

      Elimina
  3. Wow! Che bel post! Davvero complimenti! In internet ne ho visti tanti di timbri con i tappi di sughero, ma i tuoi sono spettacolari... e questo post carico di informazioni e foto stupende mi ha fatto venir voglia per la prima volta di provarci anch'io. La tua goccia puntaspilli mi piace da impazzire e il timbro col cuore è bellissimo. Vorrei anche farti i complimenti perchè pensi sempre ai tuoi alunni, non so quanti altri insegnanti lo facciano davvero... sei proprio brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina!!!
      Le foto in realtà non sono il massimo (di nuovo problemi con la luce, in alcune si vede bene :( ), ma non ho avuto tempo per rifarle.
      Se ci provi, con la tua manualità verranno dei timbri bellissimi ... inoltre, una volta presa la mano, è un'attività divertente (ancora di più, ovviamente, provare i risultati ;) )!
      Diciamo che a volte è bello arrivare a scuola con una sorpresa e vedere gli sguardi felici dei bimbi ... inoltre sono ancora in quell'età in cui amano disegnare e pasticciare coi colori :)

      Elimina
  4. Secondo me l'arte è questo: fare magie partendo quasi dal nulla, dalla semplicità e dall'esaltazione di piccole cose... questi timbri sono un esempio perfetto di questo concetto e sono tra le tue creazioni più poetiche, sai?
    Mi stupisce vedere come un'idea prende forma da così poco, da oggetti a cui non diamo tanta importanza e che invece non solo hanno vari usi, ma anche varie vite! Sì, hai fatto vivere un'altra vita ai tappi, come una rinascita, come una seconda pelle... se non è bravura questa! ;-)
    Il gattino sai già che è mio, mentre il cuore rosso è il nostro, lo condividiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gattino aspetta te, lui lo sapeva già e si è accoccolato nella scatola ad aspettare (intanto che c'era ha fatto amicizia con l'ombrello, mentre continua ad essere piuttosto diffidente nei confronti della nuvola, chissà perchè ...) :)
      Il cuore si è dichiarato pronto alla condivisione, l'importante è ricordarsi ogni tanto di ricaricarlo ;)
      Ho scoperto che questi tappi-timbri si lasciano raccontare con facilità e allegria ... pensò che ci divertiremo a scuola, i bimbi ed io! A volte basta davvero poco ;)
      Grazie Franci!!!

      Elimina
  5. Noooooo li voglioooooooooooooooooooooooooo!!!! Tu hai un futuro ragazza mia! Splendidi, tutti splendidi, non è che cè un banco vuoto in classe tua? No perchè io ci verrei volentieri :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely!!!
      ... Se vieni con una torta (magari quella di mele) o dei biscotti il posto lo troviamo, eccome ;)
      Un bacione

      Elimina
  6. Wow, con il pirografo!! Genialissimo!! E il volpino è spettacolare :) Ora ci dovrò provare, al prossimo tappo che recupero!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente con uno strumento più adatto si potevano tagliare anche senza pirografo, ma con quello che avevo a disposizione io stavo facendo solo danni. Per cui sì, non è stata una cattiva idea ;)
      Grazie Giulia!!!
      Un bacione

      Elimina
  7. che meraviglia, non avrei mai pensato di usare il pirografo per definire i dettagli... grazie per aver condiviso con noi questo trucchetto, ti sei conquistata una fans in più a prestissimo
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa,
      benvenuta e grazie!!!
      Mi fa piacere che tu abbia trovato utile questo post, in effetti il pirografo è stata la mia salvezza perchè stavo combinando un disastro ;)
      A presto!

      Elimina
  8. che meraviglia, non avrei mai pensato di usare il pirografo per definire i dettagli... grazie per aver condiviso con noi questo trucchetto, ti sei conquistata una fans in più a prestissimo
    Rosa

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...