30 settembre 2015

Cose d'altri tempi, sapori antichi



L’autunno è arrivato da poco
e si sta facendo sentire,
per lo meno per quanto riguarda le temperature.


E niente,
anche se sto infagottata in tre maglie e vestaglia pelosa in pile
(con tanto di cappuccio e nuvolette),
e il gatto acciambellato sulle gambe mentre scrivo non mi dà alcun fastidio
(anzi, trasmette un piacevole caldino
e ha il bonus delle fusa, cosa non trascurabile),
mi piace :)
Se non si era capito, amo l’autunno!


Inoltre questo è un periodo di fiere
e feste di paese
che hanno come protagonisti questa stagione e i suoi frutti,
ed è bello passeggiare per le vie di un paese
ammirando banchetti carichi di colore
e avvolgendosi una calda sciarpona attorno alle spalle ;)


Domenica sono stata ad una fiera dal nome magico
Si tiene in questo periodo a Guastalla,
un paese in provincia di Reggio Emilia.
Le vie erano un trionfo di frutta,
piante, cibi,
profumi e colori,
oggetti di artigianato e vecchi tabarri,
banchi infiniti di bulbi e di spezie,
mentre un’intera piazza era dedicata agli animali
con razze antiche o rare,
molto rumore
e bambini che cercavano di accarezzare questo o quello
o si rotolavano in una montagna di fieno
allestita apposta per loro
… e per la gioia dei genitori ;)


Devo dire che non ho fatto molte foto
perché ho preferito gustarmi la passeggiata ;)


In compenso,
e sempre per festeggiare l’inizio dell’autunno,
vi lascio la ricetta di un dolce tipico della mia zona,
che mi piace da matti e
che mia nonna preparava sempre in questo periodo,
il sugo.


Il sugo in sostanza è un budino d’uva,
semplicissimo da fare e che necessita di pochissimi ingredienti:
uva nera,
farina,
zucchero.
Per prima cosa spremere l’uva: io sgrano i grappoli,
poi chiudo gli acini in un vecchio pezzo di stoffa,
e comincio a spremere il contenuto. In questo modo
ottengo subito il succo già filtrato
(mia nonna invece faceva la cosiddetta carpada:
metteva gli acini in pentola, accendeva il fuoco
e lasciava che il calore facesse crepare la buccia,
poi con l’aiuto di un mestolo pressava tutto
e alla fine filtrava il succo. In questo modo otteneva un composto molto scuro,
perfetto per scoprire poi eventuali golosi
che immancabilmente si ritrovavano con lingua,
e a volte anche labbra, blu!).


In base alla quantità di succo ottenuto si procede con gli altri ingredienti,
le dosi, infatti, sono di 4 cucchiai di farina e altrettanti di zucchero
per litro di succo.
Stemperare la farina in poco succo, per evitare i grumi,
aggiungere lo zucchero e il succo rimasto.
Versare il composto in una pentola,
metterlo sul fuoco e, quando comincia a bollire,
far cuocere per 5 minuti, sempre mescolando.
Mettere il composto a raffreddare in una ciotola
e poi gustare!


Una volta freddo si conserva per alcuni giorni in frigorifero.
Se lo provate, fatemi sapere se vi è piaciuto :) 

Buona settimana e buon autunno!!!

8 commenti:

  1. Potresti essere una brava compagna di autunno, tu... una foglia che cade (non per caso) sulla tavola della mia colazione, una fetta di zucca che mi guarda mentre cucino, un raggio dorato che mi accarezza una guancia quando torno a casa al tramonto, un "miao" sonnacchioso nel pomeriggio già buio, una ghianda da tenere in tasca, un pezzetto di mela che mi sorride... quale di queste cose qui vuoi essere, Fra? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bordeaux con venature ancora verdi, arancione, giallo, una punta di verde e ancora rosso, calde tonalità di marrone: mi piacciono tutti ... quindi tutti!
      Ma il mio preferito, il 'miao' sonnacchioso, di che colore è? Forse un blu trapunto di stelle, profondo ma delicato, grande così da racchiudere tutti gli altri?
      Mi piace l'idea delle sfumature, di poter essere questo ma anche quello ... e comunque sempre, nel profondo, un gatto ;)

      Elimina
  2. Ma quanto belle sono queste foto? Mi fanno pensare ad un autunno d'altri tempi, quando mio nonno riuniva tutti i parenti a casa sua per la castagnata che non te la potevi perdere per niente al mondo, e quando col grembiule e i quaderni nuovi iniziava un anno pieno di aspettative :)
    Anche io amo l'autunno, mi hai riportato indietro nel tempo per un attimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La castagnata del nonno, il sugo d'uva della nonna sono insieme ricordi speciali e cose antiche che è bello portarsi dietro :)
      Per me l'autunno ha sempre avuto questo sapore, un misto di nuovo e vecchio, di carta e inchiostro e di mele e uva, in attesa dell'aroma delle caldarroste che so che percorrerà le vie a breve ;)
      Grazie Giulia!

      Elimina
  3. Ciao Francesca, anche qui è arrivato l'autunno e come te ne sono felice anch'io... le tue parole e le tue foto, che mi hanno lasciato senza parole, me lo fanno sentire ancora di più, adoro questa sensazione! Molto interessante la ricetta della nonna, ci farò un pensierino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina!
      Lo so e sono sempre felice quando incrocio la strada di qualcuno che come me ama questa magica stagione, i suoi colori e i suoi profumi!
      Quella del sugo è proprio una ricetta della nonna e, per me, carica di bei ricordi, di corse in cucina per vedere se ce n'era ancora, di cucchiaiate rubate ;) Il sapore è particolare, ma se lo provi sono curiosa di sapere che ne pensi :)

      Elimina
  4. Anche qui pioggia e freddo ma mi piace stare al calduccio, oggi ho la pizza in forno per la felicità dei ragazzi che tornano da scuola e la mia :-) che belle foto, le mangiatoie degli uccellini sono favolose!!! E il sugo d'uva? Non lo conoscevo mica sai? Che dolce merenda! Un bacione e buon w.e.!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delle cose che amo dell'autunno è sapere che fuori fa freddo e coccolarmi con un te al calore della stufa (che finalmente abbiamo acceso!!!).
      Vengo anch'io a mangiare la pizza!
      Sono d'accordo, le mangiatoie sono bellissime e ho già preso spunto, perchè mi piacerebbe che il pettirosso e i passerotti che passano di qui in inverno possano trovare sempre qualcosa da becchettare :)
      ... In questo periodo ci ceno anche col sugo ... sono un disastro ;)
      Grazie Ely, un bacione e buon fine settimana anche a te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...