15 febbraio 2015

Come polvere di fata



Martedì sarà carnevale
e pur essendo questa una festa che non amo particolarmente
(leggasi: passare una giornata alle prese con un'orda
di bambini mascherati
e con desiderio di seguire qualsivoglia lezione pari a zero
non è particolarmente piacevole),
mi sono ritrovata a realizzare un costume per una bimba.
Quale?
Ma uno da Elsa, naturalmente ;)


Ho sempre pensato che lo spirito di questa festa
fosse di interpretare,
di realizzare qualcosa di nuovo
partendo da ciò che si ha a disposizione,
dunque anche questo costume
nasce da cose che avevo in casa e che ho rimanipolato.


Gli unici acquisti sono stati un paio di gomitoli
di lana (acrilico, per la verità, e il più scadente possibile),
del tulle
e della porporina color argento.
Volete provare anche voi?
Occorrente:
abito azzurro,
fiocchi di neve (di carta, stoffa, feltro),
tulle bianco,
colla vinavil,
porporina argento,
lana color ecru e azzurro,
uncinetto,
colla a caldo.


Per prima cosa occorre un vecchio vestito azzurro (in mancanza del quale suggerisco di dare un'occhiata
all'idea proposta qui da Giulia di Briciole e Puntini:
una maglia bianca e un pezzo di rasatello azzurro per fare la gonna):
provarlo alla piccola modella e apportare le necessarie modifiche
(tipo accorciarlo, …).
Realizzare dei fiocchi di neve con la carta o, meglio ancora, con il feltro e le fustelle (sempre da Giulia)
(naturalmente io non avevo niente del genere
per cui ho riciclato dei vecchi decori di Natale per finestre)
e fissarli sul davanti, io li ho messi sul lato sinistro, dell'abito
con un punto di colla a caldo.


Girare l'abito e misurare la lunghezza,
partendo dalle spalle fino all'orlo (a me sono risultati 90 cm circa):
usare tale misura per stabilire la lunghezza del tulle
che servirà da mantello (foto 1). Tagliarlo.
Fare una filza in alto e arricciare il tulle (foto 2)
(tenendo come larghezza d'arricciatura la misura delle spalle, foto 3);
imbastire il tulle così arricciato sulla parte posteriore del vestito
(a circa 8-10 cm di distanza dal bordo del collo, foto 4)
e poi fissare con un punto zigzag (foto 5).
Coprire la cucitura con un nastro di riciclo (foto 6) ed eventualmente decorarla
con un fiocco o un fiore al centro (io ho fatto un piccolo fiore con il pezzo di nastro avanzato).


Su un pezzo di plastica (tipo un sacchetto)
disegnare con la vinavil dei fiocchi di neve
e poi ricoprirli con una bella spolverata di porporina argento
(inutile dire che questa è la parte più divertente:
spargevo porporina come fosse polvere di fata
e mi sentivo molto Peter Pan, pronta per partire per l'Isola che non c'è ;) ).
Lasciarli asciugare per una notte e poi delicatamente staccarli dal sacchetto.


Disporli a piacere sul tulle e poi con ago e filo fissarli in posizione
(si può usare anche la colla a caldo, facendo attenzione però
che non si scaldi troppo e avendo cura di mettere un cartoncino
tra il tulle e l'abito durante il fissaggio).
A questo punto l'abito è pronto però …
… però manca ancora qualcosa, non trovate?
Il fatto è che Elsa ha questa bella treccia biondo chiarissimo,
ma come fare?
Avevo già pensato di usare la lana, magari attaccarla ad una cuffia
o ad un cerchietto e poi fare la treccia.
Questo finché non sono capitata su questo post e mi sono innamorata!
Una corona-parrucca all'uncinetto!


L'idea è carinissima e ho subito pensato di adottarla,
poi, per mancanza di tempo,
ho solo preso spunto (qui il link se siete interessati al bellissimo originale).
La mia versione funziona più o meno in questo modo:
con la lana azzurra fare un giro di catenella della larghezza della testa interessata,
poi un giro a maglia bassa e uno a maglia mezza alta.
Ripartire con la maglia bassa e proseguire fino al punto in cui voler far partire la corona
vera e propria (tutto a occhio): a quel punto ho ripreso con la maglia mezza alta e
vi sono ripassata sopra con un giro di maglia alta.
Poi sono ripartita con la maglia mezza alta e, dove a occhio volevo le due punte laterali,
ho modellato una sottospecie di punto conchiglia (con 7 maglie alte nella stessa catenella),
mentre per la parte centrale ho eseguito 3 o 4 maglie basse subito dopo le due punte laterali
e poi sono risalita con un paio di giri di maglie mezze alte,
lavorando entrambe le volte, al centro, tre maglie alte nella stessa catenella.


Infine ho decorato la punta centrale con un fiocco di neve
cucito con un filo dorato.
A questo punto prendere la lana ecru e fare un giro a maglia bassa alla base della corona.
Tagliare il resto della lana in lunghe gugliate e inserirle (come nappine)
alla base, in ogni catenella. Ci si ritroverà con una corona e una pettinatura tipo cugino Itt:
niente paura, porre il tutto sulla testa della malcapitata,
chiederle di restare immobile e cominciare ad arrotolare le ciocche ai lati,
riunendole tutte sul lato sinistro per poi fare finalmente la treccia.
Che ne dite?
Sembra complicato, ma non lo è
(io ci ho messo un paio d'ore a fare il tutto)!
Ora il costume è davvero finito,
non resta che indossarlo :)


E voi, avete preparato qualcosa per carnevale?
O anche a voi non piace particolarmente questa festa?

Buona settimana

14 commenti:

  1. Ma che brava! Molto ingegnosa! Non mi piace particolarmente il carnevale, ma quando ci sarà la mia tanto attesa nipotina di sicuro le cuciro' delle belle mascherine ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Same here! Eviterei questa festa, ma se qualcuno a cui vogliamo bene ci chiede un vestito di carnevale ... come resistere? (senza contare che fare queste cose è divertente ... è la festa che non sopporto ;) )
      Grazie Manu

      Elimina
  2. Sei stata bravissima!!! Spero di riuscire a cucirlo io il prossimo anno!! Per questo carnevale, invece, l'ho acquistato e anche noi a tema Frozen, però quello di Anna...da creativa spero davvero di riuscire a fare di meglio l'anno prossimo!! mia figlia è sicuramente felice anche così!! Pettinatura e trucco, però, sono opera mia!!
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gio!!!
      Devo dire che quello di Anna forse mi piace anche di più (con quell'aria "tirolese"), ma la richiesta era rigorosa e così ecco Elsa. Ce la farai benissimo, vedrai! E sono sicura che tua figlia è felice: la parte del trucco è la più divertente e se gliela fa la mamma sarà contentissima :)

      Elimina
  3. ma che bello questo costume!!!

    RispondiElimina
  4. da adulti il carnevale lo viviamo attraverso i bimbi: come rifiutarsi di cucire un abito da fatina o da principessa?...
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, non si può proprio ;) (e poi trafficare con i brillantini è divertente ...)

      Elimina
  5. Tu hai preso dal mio vasetto sulla mensola il colore celeste cielo e hai creato questo abito che farebbe diventare una principessa anche una gatta... che dici, ci provo? Lo indosso e vediamo che succede? Per la treccia posso usare un lievitato, ahaha! :D
    La parola "Vinavil" mi emoziona, nostalgica inguaribile quale sono... mi ricorda i lavoretti della scuola elementare, il suo odore tipico e le mani di mia nonna che la usavano spesso... un po' come la Coccoina, un must vintage!
    Ciao Fra, buon Carnevale fiabesco... se servono dolcetti per la festa o il ballo di corte, chiama pure! Arrivo in sella ad Ulisse, il mio vero principe azzurro! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una fragrante treccia di pane, dici? Immagino già il profumo (ma non durerebbe a lungo perchè dovrei assaggiarla ;) )!
      In effetti mentre facevo i fiocchi e cercavo un pensiero felice per volare via, mi sono ritrovata a pensare a quando, da piccola, facevo i colori a rilievo con la vinavil e all'angioletto di pasta che ci avevano fatto fare in terza elementare, l'odore forte della colla e le dita appiccicaticce ... :)
      Buon carnevale anche a te e al principe azzurro (per i dolci fai tu, io mi fido e li aspetto, intanto preparo la festa ;) )!

      Elimina
  6. Bellissimo, decisamente molto più fine del mio...e poi tu ci hai messo i capelli biondi :)
    P.S. con la mia capronaggine ci avrei messo 2 ore solo a fare la corona...che però è stupenda :)
    un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il tuo è piaciuto tantissimo (ti ho anche copiato l'idea dei fiocchi sparsi sul vestito)!
      I capelli e i fiocchi sul mantello sono state le cose più divertenti da fare (è bello avere una scusa per pasticciare con la porporina) ;)
      Grazie Giulia, un bacio!

      Elimina
  7. Bravissima... è venuto uno meraviglia!
    Io non saprei da che parte iniziare!
    Un bacione
    Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monique,
      grazie!!! :)
      Un bacio

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...