1 dicembre 2014

Freddo, gelo … e guantini di lana



Io, non so voi,
sto aspettando il freddo.
Voglio potermi infilare il cappotto a quadri,
avvolgermi nella mia sciarpona di lana,
indossare i miei guanti blu ricamati con candidi fiocchi di neve
e uscire a passeggiare
in una giornata fredda fredda,
con l’erba ricoperta da un velo di ghiaccio
che scricchiola sotto ai piedi,
il vapore del respiro
che si alza in nuvolette allegre,
l’aria frizzante
che arrossa guance e punta del naso.


Ecco, io aspetto.
Ma intanto,
e sperando che sia di buon auspicio,
ho preparato un velocissimo calendario dell’Avvento,
fatto di tante manopoline di lana.
L’idea mi è venuta sabato sera,
dopo aver passato il pomeriggio a passeggio
per la mia città:
non faceva davvero freddo,
però i guanti verso sera ci stavano bene :)


E così domenica mi sono data da fare …
e non solo: ho messo in campo anche mia mamma,
il che significa che il progetto è davvero semplice
(per fortuna che non sa che ho scritto una cosa del genere) ;)
L’idea è quella di usarlo come calendario,
con un cioccolatino per guanto
e poi, ogni giorno,
prendere la manopolina svuotata e appenderla all’albero!


Occorrente:
lana/feltro
filo da ricamo in colori contrastanti con la lana
passamaneria nelle stesse tonalità del filo
spago
tre bastoni
colore acrilico panna
matita, forbici, colla a caldo, pennello


Innanzi tutto realizzare la sagoma del guanto, ritagliarla e utilizzarla per tagliare ventiquattro guantini
dalla lana o dal feltro posizionato doppio (si può fissare la sagoma alla lana con uno spillo, 1 e 2).
Unire le due parti del guanto a punto festone prendendo i due pezzi di stoffa insieme con l’ago e poi,
prima di tirare del tutto, ripassare l’ago sotto al filo (3, 4, 5; ma si possono anche usare altri punti decorativi); lasciare aperta la parte alta (in cui poi si inseriranno cioccolatini o caramelle).
Ricamare su ogni guanto da un lato un numero da 1 a 24 e sull’altro lato
uno stilizzato fiocco di neve (6).
Con la colla a caldo fissare lungo l’apertura del guanto la passamaneria e un pezzo di spago
che servirà per appenderlo.
Recuperare tre bastoni della stessa lunghezza,
sbiancarli con l’acrilico panna e il pennello praticamente asciutto,
e realizzare un foro ad entrambe le estremità di ognuno.
Infilare i guantini sui tre bastoni,
far passare lo spago nei fori dei bastoni, fissando
con un nodino sotto ad ognuno,
e appendere.


Riempire ogni manopolina con un cioccolatino o una caramella
e aspettare il Natale … e il freddo ;)

Buona settimana

23 commenti:

  1. Che carino questo calendario dell'avvento, bravissima!!!
    Anch'io aspetto il freddo, e la neve...^__^ (oggi qui da noi 13 gradi e la nebbia, grrrrrrrr)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Helga!!! :)
      Anche qui 13 gradi oggi :( , ma io continuo a sperare (voglio anch'io la neve!!!!)

      Elimina
  2. Ma è bellissimoooo!!!! Brava!!!! Ma il freddo no, non lo voglio ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che non a tutti piace il freddo e questo è il bello, secondo me :)
      Grazie Manu!!!

      Elimina
  3. un'idea originalissima, mi piacciono molto anche i colori, cosi...invernali! (anche da me oggi 15°!)
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono (sono due pezzi di lana che continuo ad usare per progetti invernali, chissà perchè ...), peccato solo che ieri non avevo il filo da ricamo marrone scuro: ne ho usato uno che risulta un po' arancione, ma pazienza!
      Grazie Lori :)

      Elimina
  4. Io da freddolosa cronica sono contenta anche se fa un pò meno freddo ^^
    le manopoline però sono stupende!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che anch'io sono una freddolosa? (tipo che di sera in casa oltre a maglione e vestaglia, mi avvolgo pure in un paio di coperte) Però il freddo dell'inverno, quello che porta la neve, lo adoro (sono strana, lo so) ;)
      Grazie Giulia!
      Un bacione

      Elimina
  5. Ciao! Guarda, un calendario dell'Avvento così bello non lo vedevo da tempo! che ideona, che spettacolo, mi piace tantissimo... si l'hai capito!!
    grazie per questo toto bellissimo e pqe le tue belle foto,
    a presto
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa,
      grazie mille!!! Mi hai fatto diventare rossa come un peperone :)
      A presto

      Elimina
  6. Io ci metterei anche una noce, una mandorla, un mirtillo... :-)
    Idea deliziosa, sarà che i guanti "a manopola" li usavo sempre da bambina, anche quando sciavo... sono un bel ricordo, così tondi, così circolari... io guardo molto le forme, perchè mi trasmettono sensazioni!
    Il freddo io in verità un po' lo temo, ma se significa accendere il camino, acciambellarsi sul divano, usare tantissimi cappottoni, sciarpone, calzinoni e cappelloni allora ok... lo aspetto come te! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che la frutta secca è una bella idea? Fa molto inverno!
      Sono d'accordo, anche secondo me la forma di questi guanti è "rilassante, "serena e allegra", non so se mi spiego.
      Lo so che non ami molto il freddo, ma l'idea di camino, coperte allegre, calze di lana a righe e magari una bella cioccolata calda non è invitante? Io faccio fatica a resistere ... però ho bisogno della neve che fiocca fuori dalla finestra ;)

      Elimina
  7. Oh, finalmente qualcuno che la pensa come me, sulla bellezza del freddo! ♥ Oggi qui è arrivata la bora, anche se non quella che piace a me, che spazza le nuvole, che ti spinge, che ingrossa ed increspa il mare e rende il cielo azzurrissimo, ma la bora "scura", come si dice qui, cioè quella che arriva con brutto tempo e pioggia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.s. Dimenticavo: quei guantini sono di una dolcezza infinita! ♥♥♥

      Elimina
    2. Ma dai! Non conoscevo questa distinzione sulla bora, molto interessante!
      Sì, adoro il freddo (se c'è una cosa che amo è uscire a fotografare le mattine in cui gela) e spero tanto che arrivi insieme alla neve :)
      Grazie Manu!!!

      Elimina
  8. Che bella idea! Bravissima!
    Monique

    RispondiElimina
  9. molto molto carino, brava!
    gloria

    RispondiElimina
  10. Che spettacolo!!!!!!!!!!!!! Sono estasiata dalle tue creazione ma quanto brava sei???? Ma i tuoi bambini a scuola lo sanno che sei così creativa?????? Questa idea è da copiare per l'anno prossimo! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perchè è velocissima (e divertente da fare in compagnia)!
      I miei bimbi sanno che sono un'incredibile pasticciona e ultimamente supersmemorata ... devo farmi perdonare con un lavoretto di Natale che possa divertirli ;)
      Grazie Ely, un bacione

      Elimina
  11. Anche io vorrei tanto il freddo, addirittura un po' di neve, specialmente in questo periodo natalizio sarebbe perfetta. Sono tenerissime, io da piccola le avevo sempre le chiamavo moppine. Davvero un'idea troppo bellina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) (bellissimo "moppine")
      Sì, anch'io sto aspettando la neve (il mio sogno della neve per Natale non si è ancora avverato e ogni anno spero sia quello buono)!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...