23 novembre 2014

In un pomeriggio nuvoloso



Oggi è stata una giornata un po’ così,
di quelle che non sai bene cosa fare,
che magari avevi un’idea,
che però non era proprio un’idea,
ma più un “forse si potrebbe …”
“non so, magari …”
e poi niente, non ce la fai.


La mattina era partita bene,
sono andata ad un reading
in cui Sergio Rubini ha letto brani tratti da Stoner di John E. Williams.
Un’ora e mezza volata,
con Rubini che ha interpretato magnificamente i pezzi scelti
(ho scoperto stamattina che esiste l’audiolibro di questo romanzo
registrato proprio da Rubini).


Poi però nel pomeriggio mi sono ritrovata così,
in bilico tra fare e non fare,
come mi succede troppo spesso ultimamente.
Comunque alla fine,
rifiutandomi di cedere all’apatia,
ho pensato di provare a fare un piccolo addobbo natalizio
che avevo visto in giro sul web e che mi era piaciuto molto:
pigne di feltro!
Vi faccio vedere come ho fatto :)


Occorrente:
feltro e/o lana sui toni del marrone o naturale,
forbici,
colla liquida e a caldo,
palline di Natale/fogli di giornale,
spago,
porporina,
matita.


Tagliare una striscia di feltro (1), disegnarvi a matita delle balze e ritagliare
in modo da ottenere un bordo ondulato (2, fare anche dei taglietti dall'altra parte
per facilitare poi il lavoro).
Cominciare ad avvolgere la striscia su se stessa, fissandola ogni tanto con un punto
di colla a caldo (3). Quando la base si è allargata a sufficienza,
attaccarvi la pallina e continuare ad avvolgere la striscia di feltro (4).
Una volta raggiunta la cima, prendere un pezzo di spago,
chiuderlo con un nodino e fissarlo con un punto di colla a caldo
in cima all’addobbo (5). Ritagliare un cerchietto dal feltro (io ho scelto un colore contrastante),
sagomarlo come in foto e praticare un foro al centro (6).
Far passare lo spago nel foro e poi fissare il cerchietto in cima
all’addobbo, avendo cura di coprire bene la parte superiore (7).
Per un tocco finale, mettere un punto di colla liquida su ogni balza
e spolverare con la porporina (8). Lasciare asciugare e poi togliere la porporina in eccesso.


Ecco fatto,
la pigna di feltro è pronta per essere appesa
all’albero di Natale, ad una ghirlanda o in giro per casa.
Il DIY originale prevedeva il feltro e anch’io inizialmente ho usato tale materiale.
Poi, però, ho pensato di riciclare la lana di un vecchio paio di calze
e devo dire che il risultato mi è piaciuto molto di più.
La lana è molto più facile da lavorare
(anche se probabilmente è colpa mia che ho rimpicciolito troppo il progetto ;) )
e permette di rialzare i bordi
rendendo la pigna più verosimile.
Inoltre, proprio perché volevo delle pigne piccine,
ho pensato di utilizzare, invece delle palline dell’albero,
delle palline di carta di giornale che,
tra l’altro, possono essere modellate leggermente a cono
e facilitare così tutta l’operazione!


Che ne dite?
A me non dispiacciono,
penso che ne farò altre da mettere tutte sull’albero :)

Buona settimana

16 commenti:

  1. Ahh, io adoro le pigne! E sono d'accordo con te, quelle di lana sono ancora più belle!
    Tra tutte le versioni di pigne in feltro in cui mi sono imbattuta sul web, questa è decisamente la più furba e veloce da fare.
    Grazie per aver condiviso :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu :)
      Hai ragione, sono velocissime da fare!
      Anche in feltro sono molto belle, ma io ho rimpicciolito troppo e avevo un feltro un po' spesso, che facevo fatica a lavorare ... sono sicura che tra le tue abili mani questo progetto verrebbe benissimo :)

      Elimina
  2. Wowwwww posso dire wowwww e doppio wooowwwwww? Sono meravigliose, raffinate , eleganti e splendide in entrambi i modi. Devo dire che ti ha reso un sacco non sapere bene cosa fare :-) Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è andata bene ;)
      Appese fanno una bella figura: ieri sera ho provato a metterle sull'albero in giardino e insieme alle lanternine davano un bell'effetto (che ho provato a fotografare con scarsi risultati)!
      Grazie Ely, un bacione

      Elimina
  3. Condivido tutto quello che ha detto Ely .... mi ha rubato le parole di bocca ;-)

    RispondiElimina
  4. idea strepitosa, l'effetto è bellissimo sia in feltro che in lana, brava, brava!
    lori

    RispondiElimina
  5. sono molto molto belle, complimenti!
    gloria

    RispondiElimina
  6. Tutto carinissimo!!!
    Monique

    RispondiElimina
  7. Nel mio camino emotivo ci starebbero benissimo, farebbero subito prendere fuoco ai sogni, facendoli scoppiettare lentamente di scintille... e quando il calore diminuisce, arrivano Ulisse e Tarallino a dormire vicino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E immagina il profumo: cannella e cioccolata calda ...
      Lo so, le mie gatte mi dormono sui piedi (e devo dire che in inverno fa comodo) ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...