16 settembre 2014

Di modi di dire, errori ripetuti e kit da cucito



Avete presente l’espressione “la storia insegna”?
O anche la sua sorella minore “impara dai tuoi errori”?
Sono frasi che mi sono sentita ripetere molte volte, che io stessa utilizzo.
Sono parole che per me hanno sempre avuto un significato importante.


E, si potrebbe sostenere dunque,
espressioni che cerco di tenere sempre a mente.
E in effetti è così!
Praticamente sempre.
O per lo meno la maggior parte delle volte.
Cioè, ci provo …


Diciamo allora che questa volta è stata colpa del tempo. Troppo tempo passato tra un fatto e l’altro e io me ne sono dimenticata …
Sosteniamo che nelle cose quotidiane, quelle che definiremmo faccende minori,
forse non sono così brava, così attenta, così memore … ;)


Dovete sapere che alcuni anni fa, la prima volta che andai a Parigi, portai con me una borsa per andare in giro tutti i giorni, che contenesse la guida, i fazzoletti, il portafoglio, la macchina fotografica, una biro … insomma tutto quello che poteva servire, come si fa in genere in questi casi.
Si trattava di una borsa allegra, a righe panna, gialle e verdi, di stoffa. Non era grandissima, all’epoca non avevo ancora la reflex, ma l’avevo riempita all’inverosimile …
Alla sera del secondo giorno mi ritrovai con la tracolla scucita e nessuna possibilità di ripararla!


Quest’estate sono andata a Londra (vedi qui) e mi sono portata una borsa per le cose da portarmi in giro. Decisamente capiente, dovendo contenere non solo l’indispensabile e la reflex, ma anche un ombrellino e una sciarpona di lana (per fortuna che me l’ero portata dietro …).
Una borsa allegra, a righe viola, blu, azzurre e verdi, di stoffa, pressa in prestito da mia sorella.
Bene, cosa pensate che sia successo?
Alla sera del secondo giorno la tracolla si era scucita per metà! Ho passato i giorni successivi tenendola costantemente d’occhio, finché non ha ceduto del tutto: a Camden ne ho comprato un’altra … che poi ovviamente ho regalato a mia sorella ;)


Avrei dovuto pensarci, in fondo era già successo!!!
E siccome “sbagliando s’impara” (anche se nel mio caso, a quanto pare, s’impara ma dopo due volte), 
sono finalmente corsa ai ripari ed ecco che, nei giorni scorsi, è nato questo piccolo, essenziale, kit da cucito da viaggio.
Leggerissimo, contiene lo stretto indispensabile: qualche ago, due belle gugliate di filo bianco e nero, un paio di spille (le avessi avute a Londra …) e un paio di forbicine.


Che ne dite?
Avrei dovuto pensarci prima e andare a Londra già attrezzata? Sì, lo penso anch’io :(
Ma ormai è andata così e visto che sono in tema di modi di dire, “meglio tardi che mai”!

Buona settimana

P.S.: qui trovate un PDF con le istruzioni per realizzare questo kit da cucito. Le dimensioni date sono subordinate alla grandezza delle forbici, perciò consiglio di misurare le forbici che si vuole inserire nel kit ed eventualmente adattare le misure fornite.

P.P.S.: pensate che si possa trattare di una congiura delle borse a righe nei miei confronti? Io qualche sospetto ce l'ho ;)

12 commenti:

  1. Ahahahahah!!! Che avventure!!! Bellissimo questo kit per il cucito, fantastico il tutorial (grazie, grazie, grazie) e meravigliose le foto (viva la reflex!). In sintesi: BRAVISSIMA COME SEMPRE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti da raccontare sono avventure divertenti, averci a che fare sul momento ... un po' meno ;)
      Grazie Manu, sei troppo gentile (sono rossa come un pomodoro)!!!

      Elimina
  2. Ahahah la prossima volta nel dubbio puoi provare con i pois :)
    Carinissimo questo kit, molto minimal ma con tutto l'essenziale...io non avrei potuto portarlo comunque nella maggior parte dei viaggi in Europa perchè viaggio quasi sempre col bagaglio a mano, però è comodissimo da avere dietro per ogni necessità, direi anche nella borsa di tutti i giorni.
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stavo proprio pensando, pois o tinta unita ...
      Il dubbio che non si possa portare nel bagaglio a mano in effetti mi è venuto ... vorrà dire che è pronto per viaggi più lunghi (ne avrei in mente qualcuno) o come dici tu da infilare in borsa tutti i giorni, mentre per i giri europei ... vedrò di evitare accuratamente le righe ;)
      Grazie Giulia
      Un bacio

      Elimina
  3. Succede sempre anche a me, che siano a righe o pois non fa la differenza...purtroppo! :)
    Carinissimo post, tutorial e foto bellissime!!
    Un abbraccio!
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maledizione delle borse di stoffa ;)
      Grazie Lisa!!!
      ... anche se non c'è paragone con i tuoi tutorial :)
      Un bacio

      Elimina
  4. Ciao Francy vedi te che sfortuna!!!! Ma ora con questa meraviglia ti si posso scucire tutte le borse del mondo e sai che faccio? Ti rupo il pdf e li preparerò per le mie amiche a Natale, hai avuto una splendida idea! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio ;)
      Grazie Ely, mi fa molto piacere che tu lo voglia preparare come pensiero di Natale!!!
      Un bacione

      Elimina
  5. Quasi mi vergogno a dire che... non so cucire! Lo so, lo so, almeno attaccare un bottone... ma nulla, l'ho fatto solo un paio di volte ma fatico pure a infilare il filo nell'ago! :D Però il kit è bellissimo e quando a volte lo danno in omaggio negli hotel lo guardo incuriosita! E mi viene in mente mia nonna che invece era brava, con il suo ditale e la sveltezza delle mani esperte... come le tue, che creano sempre oggetti deliziosi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ho pasticciato con ago e filo fin da bambina proprio "a causa" di mia nonna che era una sarta, più o meno, e tutte le volte che andavo là non sapevo resistere allo scatolone dei ritagli, con tutte quelle stoffe colorate, e alla scatola dei bottoni e al suo prezioso contenuto :)
      Grazie Franci, anche a me piace molto (che disastro, me lo dico da sola), ma temo che non potrò più di tanto portarmelo in aereo ... mi sa che lo terrò in borsa per le piccole evenienze quotidiane ;)

      Elimina
  6. complimenti per l'idea carinissima e utilissima: grazie per il tutorial!
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lori,
      grazie a te!!!
      Mi fa piacere che il tutorial venga usato :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...