1 giugno 2014

Tra magiche immagini e muri scrostati



Ormai sta per cominciare l’ultima settimana di scuola
e ho pensato che per prepararmi allo sprint finale ci volesse una piccola pausa.
Così oggi ho mollato tutto e ho fatto un giro per la mia città.
Ma non un giro qualsiasi ;)


Da diversi anni, ormai, in questo periodo a Reggio Emilia si tiene una manifestazione molto bella
che, col passare del tempo, è divenuta sempre più interessante.
Si tratta di Fotografia europea:
in diverse postazioni in giro per la città
(dalle più canoniche alle meno,
come vecchi palazzi che per l'ultima volta si mettono in mostra prima di essere demoliti)
si allestiscono mostre fotografiche
che spaziano da nomi famosi della fotografia internazionale
a fotografi e gruppi fotografici più o meno amatoriali
che espongono il lavoro preparato nel periodo precedente alla manifestazione.


Non solo. In giro per la provincia vengono preparate mostre di fotografi locali
e accanto alle diverse mostre vi sono laboratori per i più piccoli,
workshop per i più grandi,
conferenze, incontri con autori, …
Insomma un periodo ricco e movimentato, decisamente piacevole da trascorrere in città,
anche perché Reggio è ancora una città a misura d’uomo
e si può tranquillamente percorrerla in lungo e in largo a piedi.
Non che la sua dimensione ridotta dopo un po' non riservi più sorprese, anzi!
Che è poi quello che è capitato a me oggi.
Ecco, io ero partita con l’idea di vedere la mostra di Sarah Moon allestita nei Chiostri di San Pietro.
I Chiostri di San Pietro.
Sì, Reggio è la mia città,
ma io non li avevo mai visti.
Mai.


Complice il fatto che a lungo sono stati chiusi per scavi e ristrutturazioni varie, non c’ero mai stata. Passeggiando in via Emilia, superata la chiesa di San Pietro
si costeggia un alto muro che termina in un portone di solito chiuso.
Ora è aperto e conduce in un complesso che chiamare monumentale è probabilmente riduttivo.
Si entra in questo piccolo chiostro decorato con un colonnato a bifore
ripreso negli affreschi che ne percorrono le pareti, rovinati ma ancora visibili,
per poi passare ad un enorme chiostro
che gli scavi hanno rivelato costruito su un’antica domus romana.
E qui, al piano terra, alcune mostre di gruppi fotografici accolgono il visitatore.


Ma la vera sorpresa è al piano superiore in cui si trovano le mostre principali.
Il connubio tra la dimensione onirica,
sfocata e immaginifica delle fotografie della Moon
e questo lungo e alto corridoio,
dai muri scrostati, dagli affreschi sbiaditi che fanno capolino specialmente in alto negli archi
e dalla scritta silentium,ormai quasi illeggibile,
l’ho trovato semplicemente perfetto!
Su entrambi i lati, poi, si aprono diverse stanzette che accolgono altre fotografie della Moon
e anche un suo filmato ispirato al racconto Il soldatino di stagno di Andersen,
il tutto sempre in questa atmosfera di sogno, di non finito
che mi è piaciuta tantissimo.


Oltre a quella della Moon qui ci sono altre due mostre,
una di Erich Lessing dedicata alla ricostruzione dell'Europa
(con un'attenzione particolare al mondo dell'industria) nel secondo dopoguerra
(molto bella anche questa)
e una di Ghirri
(suddivisa in tre tematiche: Icone, Paesaggi e Architetture).
Al piano terra, poi, le mostre proseguono ancora.
Una, molto interessante, propone al visitatore i libri di fotografia
i quali, di sala in sala, vengono disposti in piccoli salotti a due in legno grezzo,
su tavoli circondati da improbabili sedie costruite assemblando parti di vecchie sedie (e non solo),
su leggii ognuno illuminato dalla propria luce, lasciando così la stanza in una silenziosa penombra
e mettendo in risalto i libri stessi, protagonisti della mostra.


Ad ogni modo non mi sono fermata qui,
ho visto anche la mostra di Herbert List
(veramente bellissima anche questa),
ma devo dire che l’allestimento all’interno dei Chiostri di San Pietro
mi ha proprio piacevolmente colpito!
Insomma è stato un bel pomeriggio e ora sono carica e pronta per l’ultima settimana di scuola :)


E voi, che avete fatto di bello in questo week end lungo?

Buona settimana!

8 commenti:

  1. le foto che hai fato sono una meraviglia!qui oggi primo giorno di sole...speriamo duri...buona giornata simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona!!!
      Sì, speriamo! Adesso fa piacere un po' di sole e di caldino :)
      Buona settimana!

      Elimina
  2. Bellisime immagini! Brava Francesca!!!!! Un bacio

    RispondiElimina
  3. Ti avrei accompagnato volentieri in questo giro per la città tra foto delle mostre e foto fatte da noi... :-) E' così rilassante camminare con una macchina al collo e fermarsi tutte le volte che troviamo angoli che ci colpiscono... è una passeggiata creativa, poi si torna a casa più "ricche"... :-)
    Buon ultima settimana, dai dai dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato molto bello ... anche perchè passeggiare con chi invece continua a dire "Ma perchè ti sei fermata? Forza andiamo!" non è proprio il massimo ;)
      Ma il pomeriggio è stato molto interessante e, come dici tu, arricchente!
      Per quanto riguarda l'ultima settimana di scuola ... forse ce la posso fare ;)
      Grazie Franci

      Elimina
  4. Wowwww ma che belle queste foto e che bei posti! Mi piacciono queste iniziative itineranti nelle città, servono secondo me a farci vedere la nostra città con occhi diversi e appare più bella vero? Ma tu sei una maga della fotografia! Un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Ely, è un modo per scoprire qualcosa di nuovo e di bello! Un posto che pensavi di conoscere perfettamente e che improvvisamente rivela un lato nuovo e affascinante!
      Grazie per i complimenti :), in realtà non credo siano il massimo queste foto, ma io continuo a provare e nel frattempo mi diverto e imparo!
      Un bacione

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...